Sulla scuola soltanto fiumi di parole. Mancano ancora risposte chiare e certezze

di Pasquale Roppa

Negli ultimi giorni l’argomento SCUOLA pare sia diventato nel Paese l’oggetto di discussione più gettonato.  La scuola è presente e occupa uno spazio importante in ogni edizione dei Tg nazionali e locali.

Di scuola si discute nei programmi più disparati: televisivi e radiofonici. Pagine e pagine della carta stampata raccontano di scuola.  Nel web imperversa ogni sorta di diatriba sulla questione scuola. Senza parlare poi dei social dove sull’argomento si incontrano e si scontrano quotidianamente le idee più singolari e bizzarre. Sulla scuola, soprattutto, si azzuffano un giorno sì e l’altro pure chi è al governo del paese e chi sta all’ opposizione.

Continua a leggere “Sulla scuola soltanto fiumi di parole. Mancano ancora risposte chiare e certezze”

I giovani ignorano i vari misteri dell’Italia. Padellaro e Isman e il Paese occulto

di Paolo Pagliaro

Secondo i sondaggi, la maggioranza degli studenti pensa che la bomba a Piazza Fontana sia stata messa dalle Brigate Rosse.

Solo uno su dieci indica le responsabilità di gruppi neo-fascisti, come è stato accertato dai processi e come sta finalmente scritto anche sulle lapidi. Stiamo perdendo memoria di ciò che è stata l’Italia di 50 anni fa, dove ha le sue salde radici

Continua a leggere “I giovani ignorano i vari misteri dell’Italia. Padellaro e Isman e il Paese occulto”

La scuola è finita, viva la scuola. Ma quanti cervelli e nervi consumati…

di Isabella Marchiolo

La scuola è finita e come ogni anno studenti, insegnanti e famiglie si preparano al meritato riposo estivo.

Se non fosse che – malignano i soliti haters, rinvigoriti dalla quarantena – stavolta si sono già rilassati abbastanza. E invece no.

Continua a leggere “La scuola è finita, viva la scuola. Ma quanti cervelli e nervi consumati…”