Oltre 26 miliardi destinati dall’Ue all’Erasmus: finalmente l’istruzione ritornerà a viaggiare

L’iniziativa di maggior successo dell’Unione Europa è probabilmente l’Erasmus, il programma di mobilità studentesca nato nel 1987 e di cui si sono avvalsi finora anche 580 mila ragazzi italiani, che sono andati a studiare all’estero, e 162 mila coetanei europei che hanno scelto di farlo nel nostro Paese. Nelle scorse

settimane la Commissione ha approvato il nuovo programma annuale potendo contare, questa volta, su un budget che per i prossimi sette anni sarà di oltre 26 miliardi, quasi il doppio rispetto al passato. In tempo di pandemia, non si potrà promuovere la mobilità, dunque nei prossimi mesi si intensificheranno e si affineranno le relazioni digitali, tra gli studenti e tra le università. Ma non appena sarà possibile, i viaggi riprenderanno e i diciottenni avranno a disposizione una tessera ferroviaria che consentirà loro di spostarsi gratuitamente in Europa. Torneranno tirocini, apprendistati e scambi di personale in tutti i settori dell’istruzione, della

Continua a leggere “Oltre 26 miliardi destinati dall’Ue all’Erasmus: finalmente l’istruzione ritornerà a viaggiare”

Bullismo e cyberbullismo, il 61% dei ragazzi è vittima e il 68% ha assistito a qualche episodio

Il 68% dei giovani dichiara di aver assistito a episodi di bullismo o cyberbullismo, mentre ne è vittima il 61%. È quanto emerge dai dati dell’Osservatorio indifesa di Terre des Hommes, in collaborazione con ScuolaZoo, raccolti nel corso del 2020 dalle risposte di 6.000

adolescenti, dai 13 ai 23 anni. Bullismo e cyberbullismo sono la minaccia maggiore per i ragazzi italiani, dopo droghe e violenze sessuali. Sei adolescenti su 10 dichiarano di non sentirsi al sicuro online, in particolare su social media e app per incontri. Sono emersi inoltre l’aumento del senso di solitudine percepito dai ragazzi a causa della pandemia, il 93% dei ragazzi dice di sentirsi solo, un aumento del 10% rispetto all’anno scorso, e la preoccupazione crescente soprattutto

Continua a leggere “Bullismo e cyberbullismo, il 61% dei ragazzi è vittima e il 68% ha assistito a qualche episodio”

Sulla scuola soltanto fiumi di parole. Mancano ancora risposte chiare e certezze

di Pasquale Roppa

Negli ultimi giorni l’argomento SCUOLA pare sia diventato nel Paese l’oggetto di discussione più gettonato.  La scuola è presente e occupa uno spazio importante in ogni edizione dei Tg nazionali e locali.

Di scuola si discute nei programmi più disparati: televisivi e radiofonici. Pagine e pagine della carta stampata raccontano di scuola.  Nel web imperversa ogni sorta di diatriba sulla questione scuola. Senza parlare poi dei social dove sull’argomento si incontrano e si scontrano quotidianamente le idee più singolari e bizzarre. Sulla scuola, soprattutto, si azzuffano un giorno sì e l’altro pure chi è al governo del paese e chi sta all’ opposizione.

Continua a leggere “Sulla scuola soltanto fiumi di parole. Mancano ancora risposte chiare e certezze”

I giovani ignorano i vari misteri dell’Italia. Padellaro e Isman e il Paese occulto

di Paolo Pagliaro

Secondo i sondaggi, la maggioranza degli studenti pensa che la bomba a Piazza Fontana sia stata messa dalle Brigate Rosse.

Solo uno su dieci indica le responsabilità di gruppi neo-fascisti, come è stato accertato dai processi e come sta finalmente scritto anche sulle lapidi. Stiamo perdendo memoria di ciò che è stata l’Italia di 50 anni fa, dove ha le sue salde radici

Continua a leggere “I giovani ignorano i vari misteri dell’Italia. Padellaro e Isman e il Paese occulto”

La scuola è finita, viva la scuola. Ma quanti cervelli e nervi consumati…

di Isabella Marchiolo

La scuola è finita e come ogni anno studenti, insegnanti e famiglie si preparano al meritato riposo estivo.

Se non fosse che – malignano i soliti haters, rinvigoriti dalla quarantena – stavolta si sono già rilassati abbastanza. E invece no.

Continua a leggere “La scuola è finita, viva la scuola. Ma quanti cervelli e nervi consumati…”