Un vaccino per Draghi a tutti i costi. E un partito degli scienziati e dei virologi

Non si scia fino al 5 marzo, ha decretato il ministro della Sanità. Nonostante le minacce di Salvini che aveva chiesto l’intervento del neo presidente del consiglio Draghi per frenare le preoccupazioni sul contagio del Comitato tecnico scientifico che affianca proprio il ministro della sanità. Sembra che il partito degli scienziati debba giocare un ruolo

importante nella nuova congiuntura politica, che vede le pulsioni leghiste contro le limitazioni da Covid ora al governo.
Nel corso di un seminario tenuto nei giorni scorsi, dal Forum Pietro Greco scienza e politica, sul caso Marche nella pandemia, il professor Andrea Crisanti ha insistito sulla necessità di un lockdown di almeno 3 settimane per poter realmente governare l’innesto della strategia dei vaccini nel quadro epidemiologico del paese, che rimane, ha spiegato, “molto preoccupante”. Non a caso su questa nuova emergenza sembra aprirsi il primo focolaio polemico nel nuovo governo Draghi. Il CTS del ministero della sanità, su sollecitazione del consigliere del ministro confermato

Continua a leggere “Un vaccino per Draghi a tutti i costi. E un partito degli scienziati e dei virologi”

Perché questo “annus horribilis”? Adesso pensiamo al futuro con entusiasmo

di Giuseppe Mariconda

La domanda è semplice: perché questo “annus horribilis” che neanche il più fantasioso sceneggiatore di film horror avrebbe potuto immaginare?

La risposta è multipla. C’è chi attribuisce il tutto ad una “vendetta divina”, chi alla dura risposta della natura “violentata”, chi alle fasi lunari e malumori mercuriali, e potremmo continuare con tante altre considerazioni ex post, scomodando perfino i punti più bassi dell’”indice ciclico” di Andrè Barbault, oppure Saturno in conflitto con Plutone e Giove che, alla fine, ricompare su tutti, per congiungersi con Saturno e chiudere così un ciclo di 240 anni, iniziato con la Rivoluzione francese ed il cambiamento epocale…Gli studiosi, gli esperti leggendo queste righe inorridiranno, un po’ meno gli astrologi, evidentemente distratti. Certo tornano in mente e fanno effetto le parole scritte da una sensitiva, Sylvia Browne, una decina di anni or sono e che raccontano, nell’anno “palindromo”, della necessità di mascherine e guanti di gomma per una patologia che attacca canali bronchiali.

Continua a leggere “Perché questo “annus horribilis”? Adesso pensiamo al futuro con entusiasmo”

Il terribile 2020 sta per finire. Torniamo a sorridere alla vita con nuovi progetti e idee

di Gigi Di Fiore

L’annus horribilis si conclude, con il suo carico di morti, progetti interrotti, speranze smorzate. L’epidemia ha segnato tutti, costringendoci a cambiare abitudini, a lavorare in smart working, a guardare la realtà in modo diverso.

Continua a leggere “Il terribile 2020 sta per finire. Torniamo a sorridere alla vita con nuovi progetti e idee”

Lo “schiaffo” del virus come una livella. Ci ha reso tutti fragili e uguali

di Donatella Guido

Il 2020. Un virus, letale invasivo affamato, ha dato uno schiaffone all’umanità facendola schiantare contro un assioma democratico e addirittura costituzionale. E cioè che, nonostante affanni e ambizioni, siamo fragili, «senza distinzione di sesso, razza, lingua,

Continua a leggere “Lo “schiaffo” del virus come una livella. Ci ha reso tutti fragili e uguali”

I luoghi del cuore si amano sempre anche quando generano amarezza e illusioni

di Giusva Branca

Sei stata tutto per me fin da ragazzino, ho creduto in te, ti ho creduta vittima della cattiveria di un mondo intero che non ti capiva, che non ci capiva. Ti ho difeso oltre il limite della ragionevolezza decantando una tua anima invisibile

e incomprensibile ai più. Ho vissuto con te i tuoi, i nostri momenti più bui, convinto che ne saremmo venuti fuori. Ho gonfiato il petto per la nostra storia, convinto che potesse tornare scintillante (ma ora dubito persino

Continua a leggere “I luoghi del cuore si amano sempre anche quando generano amarezza e illusioni”

Governo: martedì conferma delle misure di contenimento e proroga emergenza covid

di Rino Muoio

La questione della proroga dello stato d’emergenza per il covid, che tanto in queste ore impegna criticamente l’opposizione, con in testa Matteo Salvini, sta assumendo connotati per certi versi surreali. Il tutto nasce dall’esigenza

di una proroga della scadenza fissata per il 31 luglio che con ogni probabilità, martedì prossimo, il consiglio dei ministri fisserà per il prossimo 31 ottobre, anziché il 31 dicembre come si ipotizzava in un primo momento.

Continua a leggere “Governo: martedì conferma delle misure di contenimento e proroga emergenza covid”

COSENZA, TOTO CANDIDATURE: OCCHIUTO DESOLATO, CHI SPERA IN PRESTA. E MORRA CI PROVERA’?

di Astolfo Perrongelli

La campagna elettorale per l’elezione del prossino sindaco di Cosenza è già cominciata da tempo: i primi a scendere in campo sono stati l’assessore Francesco De Cicco e Luigi Bevilacqua della comunità romanes.

Continua a leggere “COSENZA, TOTO CANDIDATURE: OCCHIUTO DESOLATO, CHI SPERA IN PRESTA. E MORRA CI PROVERA’?”