I sovranisti più credibili se, oltre a esibire il rosario nei comizi, qualche volta lo recitassero

di Paolo Pagliaro

C’è chi ruba la coperta in cui è avvolto il senzatetto, chi rimpiange Hitler e chi propone di ricorrere alle  taniche di benzina per ridurre  il sovraffollamento nei centri d’accoglienza;

c’è chi augura la morte alla volontaria convertita all’islam dopo un anno e mezzo di prigionia nella foresta somala, c’è quello convinto che il covid sia un invenzione del governo per colpire gli  avversari. Di tutti rappresenta una sintesi perfetta l’autoritratto del candidato alle elezioni comunali di Fondi che su Facebook si definisce così:

Continua a leggere “I sovranisti più credibili se, oltre a esibire il rosario nei comizi, qualche volta lo recitassero”

Berlusconi torna a dare le carte e fa irritare il sovranista Salvini e la Meloni

di Luca Tentoni

 Ci sono sono almeno tre opposizioni: quella di centrosinistra, rappresentata da Più Europa, Azione di Calenda e pochi altri; quella di centro-destra, con Forza Italia; infine, quella di destra o – meglio – estrema destra,

costituita dalla Lega sovranista di Salvini e da Fratelli d’Italia, il partito neomissino guidato dalla Meloni. Se della prima opposizione

Continua a leggere “Berlusconi torna a dare le carte e fa irritare il sovranista Salvini e la Meloni”

Un ruolo pubblico per il principe Emanuele: sarà la spina nel fianco dei sovranisti?

di Antonio De Rose

La (ri)discesa in campo di Emanuele Filiberto di Savoia, nipote dell’ultimo re d’Italia, Umberto II, è stata criticata autorevolmente nei giorni scorsi.

Il video apparso sulla pagina Facebook dell’ex finanziere ginevrino è in effetti la brutta copia di Silvio Berlusconi, che il 26 gennaio 1994 svecchiò il canone della comunicazione politica

Continua a leggere “Un ruolo pubblico per il principe Emanuele: sarà la spina nel fianco dei sovranisti?”

George Soros, lo speculatore odiato da Salvini ma che ama tanto l’Italia

di Paolo Pagliaro

Finirà che i sovranisti italiani dovranno difendere il loro arcinemico George Soros, il finanziere definito da Salvini speculatore senza scrupoli, sostenitore dell’immigrazione clandestina e finanziatore di Ong di ultrasinistra.

Il miliardario filantropo che per Giorgia Meloni mira a privarci della nostra identità. Succede che Soros abbia sollecitato l’Unione Europea

Continua a leggere “George Soros, lo speculatore odiato da Salvini ma che ama tanto l’Italia”