“Voglio che la tua mente si rilassi”… L’ipnosi forense: funambola tra misticismo e ricerca

di Elisa Stella

“Voglio che la tua mente si rilassi come il tuo corpo, quindi voglio che inizi a contare da 100 all’indietro al mio via. Ogni volta che dirai il numero, raddoppierai il tuo rilassamento mentale; ad ogni numero che dirai, lascia che la tua mente divenga due volte più rilassata. Quando arriverai a 98, sarai così rilassato che i numeri non esisteranno più…”. 

Dal “rito d’incubazione”, pratica magico-religiosa nota già in epoca sumerica che consisteva nel dormire nell’area sacra di un tempio al fine di ricevere in sogno rivelazioni sul futuro, cure e benedizioni, alle lontane applicazioni di Anton Mesmer, nella seconda metà del 1700, a James Braid, nel 1841, medico di Manchester che coniò il termine

Continua a leggere ““Voglio che la tua mente si rilassi”… L’ipnosi forense: funambola tra misticismo e ricerca”

Social e amore virtuale: quando scocca la scintilla che spesso diventa un incendio

di Antonella Veltri

Tutto può cominciare con leggerezza. Una conversazione pubblica in calce a un post su Facebook che diventa conversazione privata su Messanger.

La lusinga dell’essere state notate, in mezzo a migliaia e migliaia di altre che ci sembrano più attraenti, più interessanti, più… Lui si racconta, si interessa alla nostra vita, ci ascolta. Ci fa sentire speciali. Ci capisce.Poi ci si scambiano i numeri di telefono, si chatta su WhatsApp o su Telegram, a ogni momento arriva un pensiero, un complimento, una richiesta. Lui ci invia e ci chiede foto e video, “ti penso” …” tu mi pensi? …“e quanto mi pensi?”… Poi le foto si fanno più intime, le parole al telefono più erotiche,

Continua a leggere “Social e amore virtuale: quando scocca la scintilla che spesso diventa un incendio”

“Lavora” a Modica, poi in Umbria: escort con covid19, rischia di creare focolai e divorzi

di Astolfo Perrongelli

Una “bocca di rosa” che invece di portare l’amore probabilmente infetta una decina di persone: Questa non è la storia di “Bocca di rosa”, ma è quella di una escort che, asintomatica prima, positiva poi,

esercita la professione più antica del mondo in quel di Modica, ridente e solare cittadina sicula…. Senza che i suoi concupiti siano a conoscenza del suo stato.

Continua a leggere ““Lavora” a Modica, poi in Umbria: escort con covid19, rischia di creare focolai e divorzi”