Nel mio album metto dentro la speranza di un domani, certamente diverso, ma migliore

di Fausto Sposato

C’è, durante l’anno,  un momento in cui provi a tracciare un bilancio di ciò che è stato fatto e cerchi,  confusamente, di  racchiudere, quanto accaduto, in pochi fotogrammi.

Non è un lavoro semplice perché tendi sempre a volerti portare dentro di tutto e di più, ma la scelta è obbligata e deve ridursi a pochi scatti. Certo nessuno poteva immaginare, dopo un inizio di anno tranquillo, di dovere fare i conti con una tragedia così grande, sotto ogni aspetto. Ma non si può  rinunciare a vivere solo perché un maledettissimo essere piccolissimo ha deciso di ingerirsi nella vita di tutti noi. La prudenza e l’attenzione devono essere al massimo ed il rispetto delle regole ha evitato che tutto precipitasse.

Continua a leggere “Nel mio album metto dentro la speranza di un domani, certamente diverso, ma migliore”

Dal dramma del coronavirus alla speranza di un vaccino da record

di Rino Muoio

Ricorderemo il 2020  per il dramma della più grande pandemia globale di tutti i tempi e per i 65.000 morti che il nostro Paese ha già dovuto registrare.

E poi come l’anno della crisi economica planetaria più profonda di sempre. Ma ci sono altri problemi che il Covid si è assunto la responsabilità di sbatterci in faccia e che speriamo di affrontare e risolvere nel prossimo futuro: tra questi l’incapacità tutta italiana di programmare e gestire le possibili emergenze sanitarie e l’inaspettata cospicua presenza di una parte di popolazione

Continua a leggere “Dal dramma del coronavirus alla speranza di un vaccino da record”

Il disastro del sistema sanitario e il dramma che vivono quotidianamente gli infermieri

di Fausto Sposato

Squilla il telefono nel silenzio più totale, mi giro e guardo la luce del telefono che continua a lampeggiare. C’è il silenzioso perché è mezzanotte e normalmente lo inserisco per evitare di disturbare. Con gli occhi di chi, appena sveglio,

ancora non si è reso conto di essere su un letto , guardo il display. È un numero che non conosco ma rispondo lo stesso. Dall’altra parte una voce sottile, da donna, mi chiede se sono il presidente dell’OPI ed io, ancora assopito, rispondo di si. Mi chiede se disturba e se posso ascoltarla per un po’. Senza accendere la luce mi alzo e mi sposto nell’altra stanza iniziamo a chiacchierare, dapprima un po’ stordito dall’ora,

Continua a leggere “Il disastro del sistema sanitario e il dramma che vivono quotidianamente gli infermieri”

Informazione: si straparla del commissario alla sanità della Calabria. Ma le altre notizie?

di Paolo Pagliaro

Da settimane ormai tiene banco la questione del nuovo commissario alla sanità della Calabria. Per molti media il tema merita la stessa attenzione riservata ai grandi fatti dell’attualità, come gli sviluppi del contagio

o l’elezione di Biden. E’ un’evidente distorsione cognitiva. Nessuno, tranne forse i calabresi, fino a ieri conosceva il nome del commissario regionale alla sanità né si preoccupava di conoscerlo, così come pochi, in Italia, saprebbero dire come si chiamano o si chiamavano i commissari delle altre regioni. Già, perché la questione non riguarda solo la Calabria. Ci sono un commissario e un sub commissario anche per la sanità del Molise, e ci sono dal 2009!

Continua a leggere “Informazione: si straparla del commissario alla sanità della Calabria. Ma le altre notizie?”

Calabria: covid governo ladro. Tutti contro tutti, aperta la campagna elettorale

di Graziella Algieri

Rai tre e il suo bravo giornalista,  Walter  Molino , “rivela” ai calabresi l’inefficienza, l’incompetenza, l’immobilismo della sanità calabrese.

Certo ascoltare Cotticelli e il Direttore U.O.C. Spoke Corigliano – Rossano,  P. Carino, è stato esilarante e il sentimento di  vergogna mi ha sopraffatto come cittadina Calabrese.   Balbettano entrambi, Cotticelli e Carino, si arrampicano sugli specchi e ne dicono di corbellerie ma talmente tante da essere notati,

Continua a leggere “Calabria: covid governo ladro. Tutti contro tutti, aperta la campagna elettorale”

Povera Calabria. I grillini: no a Mostarda commissario per la sanità. Si tratta per Miozzo

di Francesco Gro

Ennesimo flop per la nomina di commissario straordinario alla sanità calabrese. Quando sembrava che fosse fatta per Narciso Mostarda, è arrivato il niet dei grillini.

Perché? Semplice, hanno visto in Mostarda una scelta politica, dato che l’ex manager dell’As Roma 6 è stato assessore in quota Pd a Frosinone. Roba da fare impallidire, un atto scriteriato e scellerato. Che priva ancora la regione più disastrata d’Italia di un responsabile della sanità. Ossia di colui che dovrebbe mettere apposto un comparto che fa acqua da tutte le parti. Il Movimento Cinque stelle se ne assumerà le responsabilità per questo irrigidimento, poiché in piena pandemia non si può giocare sulla pelle dei cittadini.

Continua a leggere “Povera Calabria. I grillini: no a Mostarda commissario per la sanità. Si tratta per Miozzo”

Calabria e sanità: arriva Gino Strada, schiaffo al facente funzioni Spirlì. Plauso ai grillini

di Astolfo Perrongelli

Una mezza Strada, la Calabria sembra averla imboccata. Il leader di Emergency, Gino Strada

ha raggiunto un accordo di massima per dare una sistemata alla sanità calabrese. Ci sarà naturalmente un commissario straordinario a ricoprire il ruolo di burocrate, il cui nome si conoscerà a breve. Intanto, nella sua pagina Facebook, Gino Strada ha spiegato che  “abbiamo definito un accordo di collaborazione tra EMERGENCY e Protezione civile per contribuire concretamente a rispondere all’emergenza sanitaria in Calabria.

Continua a leggere “Calabria e sanità: arriva Gino Strada, schiaffo al facente funzioni Spirlì. Plauso ai grillini”

Dalla politica estera all’emergenza sanitaria, la sfida Trump-Biden si gioca Stato per Stato

di Mariangela Maritato

Il 3 novembre si svolgeranno le 59me elezioni presidenziali della storia degli Stati Uniti d’America, una sfida che vede Donald Trump e Joe Biden scontrarsi su temi cruciali: dalla gestione dell’emergenza Covid_19 al welfare;

dalla sicurezza esterna a quella interna che, sulla linea dei moti di protesta anticolonialisti, egualitari e antifascisti dei ‘black lives matter’ innescati dal brutale omicidio di George Floyd da parte di un poliziotto suprematista bianco e da ripetuti episodi di violenza e razzismo, si gioca sul campo dell’abuso di potere delle forze di polizia nei confronti della popolazione afroamericana e del contenimento dei flussi migratori che ha portato gli Stati Uniti a chiudere le proprie frontiere agli studenti stranieri e

Continua a leggere “Dalla politica estera all’emergenza sanitaria, la sfida Trump-Biden si gioca Stato per Stato”