Una proposta di riforma di legge elettorale che merita di essere prese in considerazione

di Paolo Pombeni

Probabilmente finirà in nulla, come tante altre iniziative del genere. Ci riferiamo alla bozza del disegno di legge costituzionale predisposta dal PD e presentata con una certa solennità la settimana scorsa per poi finire subito

nel disinteresse generale. Era il mantenimento della promessa di affiancare il sì al referendum grillino con una proposta di sistemazione di alcune debolezze del nostro sistema parlamentare. Anche se finirà parcheggiata nei cassetti dei progetti di legge senza sviluppo, visto che al momento nessun partito l’ha degnata di attenzione (poca anche dal PD), la proposta elaborata dal gruppo composto dai parlamentari Ceccanti e Parrini

Continua a leggere “Una proposta di riforma di legge elettorale che merita di essere prese in considerazione”

Elezioni regionali: dalla Valle D’Aosta alla Puglia, tutti i candidati e le liste

di Rosanna Capuano

Tra poco più un mese si torna al voto per le elezioni amministrative. Quelle su cui è maggiormente puntato l’obiettivo politico e che in qualche modo potrebbe avere riflessi sul governo sono le regionali.

In sette regioni, centro destra, grillini e Pd, tenteranno la conquista oppure di mantenere il territorio. Il più agguerrito appare Salvini dove ha presentato come candidata alla presidenza Susanna Ceccardi in Toscana, Comunque, ecco candidati e regioni:

Continua a leggere “Elezioni regionali: dalla Valle D’Aosta alla Puglia, tutti i candidati e le liste”

L’Italia deve prendere subito il Mes. Il “Recovery fund” resta una soluzione per il 2021

di Lorenzo Robustelli

“L’Italia vuole che il Recovery fund europeo sia di 750 miliardi, 500 dei quali a fondo perduto? L’Italia vuole che questo programma parta al più presto? L’Italia vuole davvero far fronte alle difficoltà in cui versano

i suoi imprenditori e i suoi lavoratori? Allo si prenda questi 36 miliardi del MES, in questo momento sono la miglior tattica negoziale

Continua a leggere “L’Italia deve prendere subito il Mes. Il “Recovery fund” resta una soluzione per il 2021″