L’annuncio con il video “Epilogue”. Dopo 28 anni di successi i Daft Punk si separano

Dopo 28 anni di carriera si separano i Daft Punk, il duo simbolo della musica elettronica transalpina, il cosiddetto ‘French Touch’ che ha conquistato il mondo con brani diventati ormai classici ai quattro angoli del pianeta, da ‘One More Time’

fino a ‘Get Lucky’. I due, Thomas Bangalter e Guy-Manuel de Homem-Christo, insieme dal 1993, hanno annunciato la fine della loro collaborazione con un video tanto sobrio quanto bello ed enigmatico, “Epilogue”, postato su YouTube.

Continua a leggere “L’annuncio con il video “Epilogue”. Dopo 28 anni di successi i Daft Punk si separano”

Nonostante il covid, il fascino di New York rimane indelebile. Parola di musicista

di Enrico Granafei

Il mio dentista sta sulla 51esima strada, all’angolo con la Quinta Avenue.  È` italo americano, Thomas Magnani, Una carie da curare fu l’unico motivo che mi spinse ad andare a Manhattan in un giorno di primavera inoltrata nel bel mezzo della crisi causata dal C OVID. 

Era tanto che non facevo  quei 20 chilometri che mi separano da NY City. Tutti i miei ingaggi erano stati annullati, così come quelli di tutti i musicisti che conosco e anche di quelli che non conosco. I locali erano  chiusi, così  come i ristoranti e i teatri. 

Continua a leggere “Nonostante il covid, il fascino di New York rimane indelebile. Parola di musicista”

La musica del lockdown! Mentre in Italia si contavano i morti a migliaia

di Franco Laratta

Ad un certo punto, eravamo agli inizi del lockdown, gli italiani si sono affacciati dal balcone di casa ed hanno cominciato a cantare.

Hanno iniziato a Napoli, ma subito da Nord a Sud, tutti si sono affacciati dalla finestra per cantare. Un canto liberatorio, come per farsi coraggio e scacciare quel demone maledetto che ci aveva costretto ai domiciliari.Prima il tricolore, poi lenzuola colorate di ogni tipo, quindi musica e cori per reagire all’emergenza e alla quarantena. Tutti assieme, ma ciascuno dal balcone proprio. Un paese che è divenuto un immenso palcoscenico.”Napul’è” di Pino Daniele, “Roma Capoccia” di Antonello Venditti, poi una tromba

Continua a leggere “La musica del lockdown! Mentre in Italia si contavano i morti a migliaia”

La coppia Mogol-Battisti e quelle storie di ieri che parlano soprattutto d’oggi

di Massimo Veltri

Per te che di mattina svegli il tuo bambino e poi/Lo vesti e lo accompagni a scuola e al tuo lavoro vai/Per te che un errore ti è costato tanto/Che tremi nel guardare un uomo e vivi di rimpianto

Gli mulinavano per la testa queste strofe, la musica di meno, non riusciva a canticchiare: a recitare si’-anche se è tutt’un’altra cosa. Una mattina presto radiosa, in macchina verso la città, per le ferie ci voleva

Continua a leggere “La coppia Mogol-Battisti e quelle storie di ieri che parlano soprattutto d’oggi”

Viaggio sonoro in Calabria, storia presente per creare un nuovo e ambizioso futuro

di Nicoletta Toselli

Immaginiamo  un viaggio in Calabria, ascoltando musica che cambia e si evolve  passando  fra la  storia del passato  intrisa di cultura pastorale e le moderne sonorità che scaturiscono dalla ricerca  fatta con amore toccando con mano,

ragionando  e cercando  cosi  di  dare un senso a una tradizione che non si ferma  al passato, che non è statica, ma si rielabora al presente in modo contemporaneo. Magica presenza di suoni e sound , progettare un nuovo futuro.

Continua a leggere “Viaggio sonoro in Calabria, storia presente per creare un nuovo e ambizioso futuro”