Coronavirus, il Mezzogiorno “congela” quasi trecento miliardi di euro

di Vinicio Leonetti

Il covid fa risparmiare. E anche molto. Soprattutto nel Mezzogiorno dove la leggenda racconta che di soldi ce ne sono troppo pochi.

Eppure andando a spulciare i dati di Banca d’Italia si scopre che i depositi negli istituti di credito sono cospicui: poco meno di 300 miliardi di euro suddivisi in sei regioni. La propensione a tenere fermi tanti soldi che in banca fruttano poco o niente è di tutto il Sud. L’aumento medio dei risparmi di famiglie e imprese è del 7,2%, quasi il doppio della media del 2019 che era del 4,6%. In pratica la disponibilità bancaria media va dai 12 mila ai 15 mila euro pro capite.

Continua a leggere “Coronavirus, il Mezzogiorno “congela” quasi trecento miliardi di euro”

Turismo, l’Enit più che ottimista: “L’Italia resiste nonostante la pandemia”

di Francesco Gro

La prossima stagione invernale sarà all’insegna della garanzia delle misure di sicurezza per tutti i cittadini europei e dell’assistenza in caso di necessità. Sembra utopia? Invece dovrebbe essere pura realtà.

A patto che i cittadini rispettino regole e usino la mascherina. Ovunque. Intanto, aggiornamenti in tempo reale su spostamenti, possibilità di viaggio e regole da seguire. Enit, che già sta sostenendo dal primo lockdown la filiera turistica con i bollettini sull’andamento del settore, ora fotografa anche la situazione internazionale grazie alle 28 sedi nel mondo dell’Agenzia, presìdi per cogliere i trend rinnovati e orientare la domanda.

Continua a leggere “Turismo, l’Enit più che ottimista: “L’Italia resiste nonostante la pandemia””

La musica del lockdown! Mentre in Italia si contavano i morti a migliaia

di Franco Laratta

Ad un certo punto, eravamo agli inizi del lockdown, gli italiani si sono affacciati dal balcone di casa ed hanno cominciato a cantare.

Hanno iniziato a Napoli, ma subito da Nord a Sud, tutti si sono affacciati dalla finestra per cantare. Un canto liberatorio, come per farsi coraggio e scacciare quel demone maledetto che ci aveva costretto ai domiciliari.Prima il tricolore, poi lenzuola colorate di ogni tipo, quindi musica e cori per reagire all’emergenza e alla quarantena. Tutti assieme, ma ciascuno dal balcone proprio. Un paese che è divenuto un immenso palcoscenico.”Napul’è” di Pino Daniele, “Roma Capoccia” di Antonello Venditti, poi una tromba

Continua a leggere “La musica del lockdown! Mentre in Italia si contavano i morti a migliaia”

Dopo il lockdown l’editoria italiana in ripresa. I dati presentati a Francoforte

L’Associazione Italiana Editori (AIE) ha scelto la Fiera internazionale del libro di Francoforte, quest’anno in versione digitale, per raccontare lo stato di salute dell’editoria italiana. Come sta andando il mercato del libro dopo la pandemia

e le settimane di chiusura delle librerie durante il lockdown? In quale misura la ripresa delle vendite consente di recuperare il terreno perduto nella prima parte dell’anno? Come sono cambiati gli equilibri tra i diversi canali di vendita?  Queste sono alcune delle domande a cui verrà data risposta il 14 ottobre alle 11.00 con la presentazione da parte di AIE, con la collaborazione di Nielsen, dei dati di mercato aggiornati a fine settembre,

Continua a leggere “Dopo il lockdown l’editoria italiana in ripresa. I dati presentati a Francoforte”

Chiusure mirate, mini lockdown. L’Italia ripiomba nell’incubo Covid–19

di Maria Cristina Saullo

“Dobbiamo stare molto attenti, il virus sta crescendo in tutta Europa, dove va peggio che da noi. Constateremo, tra qualche giorno, se la mascherina all’aperto e l’ultimo Dpcm porteranno risultati. In caso contrario,  

bisogna essere assolutamente pronti a prendere misure restrittive mirate, perché un nuovo lockdown generalizzato non se lo può permettere nessuno”. E’ lapidario il governatore dell’Emilia Romagna, Stefano Bonaccini.  Nelle ultime ore, la situazione sta peggiorando. Da alcuni giorni, i presidenti di regione, in ordine sparso, stanno assumendo decisioni autonome

Continua a leggere “Chiusure mirate, mini lockdown. L’Italia ripiomba nell’incubo Covid–19”

La triste e dura faccia del lockdown: coppie che scoppiano e rapporti esasperati

di Sara Coppola

Il lockdown ha messo a dura prova molti di noi e in modo particolare le coppie. Da una parte l’isolamento e la separazione dai nostri affetti ci hanno fatto sentire soli, dall’altra la convivenza in spazi ristretti ha incrinato,

in alcuni casi, i rapporti e l’equilibrio di coppia. Convivenza e lontananza sono stati i fattori principali che hanno mandato in crisi numerose coppie di italiani, esacerbando conflitti preesistenti o rendendo fragile l’inizio di un rapporto. Parlare di coppie significa considerare diverse situazioni, tra loro eterogenee: coppie con relazioni appena iniziate,

Continua a leggere “La triste e dura faccia del lockdown: coppie che scoppiano e rapporti esasperati”

Così la spietata nera mietitrice nascose i suoi esecutori sotto un malefico mantello: covid-19

di Elisa Stella

Analisi del comportamento della criminalità in un periodo che non ha precedenti: il 70% dei 149 omicidi commessi in ambito familiare ha avuto donne come vittime; una quota salita al 75,9% durante il periodo di lockdown. Il virus ha inciso anche sui crimini commessi sul web 

“Mi muovevo in reparto in una situazione mai sperimentata prima, le persone arrivavano in ospedale spaventate, allarmate ed io tenacemente investivo tutta la mia energia. Non potevo certo tirarmi indietro, ad ottobre mi sarei laureata proprio in medicina con l’impegno etico e morale di aiutare tutti. Raccontavo dell’emergenza sanitaria ai miei cari e cercavo di incoraggiare i miei colleghi. 

Continua a leggere “Così la spietata nera mietitrice nascose i suoi esecutori sotto un malefico mantello: covid-19”

Prof Gianluigi Scaffidi: Viaggi insicuri uguale più covid. Punire chi non rispetta le norme

di Astolfo Perrongelli

Il professore Gianluigi Scaffidi, manager in pensione è componente della Task force della Santelli, non è certo favorevole alle decisioni di totale apertura e alle vacanze spensierate nei paesi ad alto rischio di contagio.

E propone: “Decretare la restrizione per tutti gli imbecilli che si ostinano a non rispettare le norme”.

Continua a leggere “Prof Gianluigi Scaffidi: Viaggi insicuri uguale più covid. Punire chi non rispetta le norme”