L’Italia in crisi? L’Ue è ottimista: “Il Paese trova sempre delle soluzioni a questi problemi”

“La mia impressione è che la situazione potrebbe non essere così drammatica come sembra a prima vista” perché “alla fine l’Italia sembra sempre capace di trovare soluzioni a questi

problemi”. Così un alto funzionario Ue con riferimento alla crisi politica aperta dalle dimissioni dal Governo della delegazione di Italia Viva. La stessa fonte ammette però un certo distacco dalle questioni politiche romane. “La vita delle società democratiche a volte può farsi complicata, e in Italia ciò accade più che altrove”, ha aggiunto la fonte Ue. “Ho abbandonato l’idea di capire tutte le complessità della politica italiana”,

Continua a leggere “L’Italia in crisi? L’Ue è ottimista: “Il Paese trova sempre delle soluzioni a questi problemi””

Taglio parlamentari, c’è stata una ragionevole sforbiciata, non una rivoluzione

di Paolo Pagliaro

 Ci sono due importanti dati di fatto. Il primo è che per il referendum gli italiani hanno votato. Il secondo è che non hanno votato seguendo le indicazioni dei partiti. Sono due notizie positive ma che non devono sorprendere.

Il tasso di partecipazione degli italiani alla politica è tra i più alti. Dice l’Istat che il 64% delle persone parla di politica e il 72% si tiene informata attraverso i media. Quanto alle indicazioni dei partiti, esse erano in apparenza uniformi, tutte per il sì. In realtà, a parte i 5 Stelle, le esternazioni sono state così contraddittorie o timide da escludere che gli italiani possano esserne stati influenzati . Tra il si e il no non ci sono state guerre di religione o contrapposizioni ideologiche. E per i partiti – sempre con l’eccezione dei 5 Stelle – non sarà agevole intestarsi la vittoria.

Continua a leggere “Taglio parlamentari, c’è stata una ragionevole sforbiciata, non una rivoluzione”