Bassetti: sbagliato non aver creduto prima nel vaccino russo, Sputnik V

Anche se questa volta si tratta di un vaccino, lo Sputnik V sembra ugualmente destinato ad andare in orbita. Dopo la pubblicazione

su The Lancet di una serie di dati che certificano la straordinaria efficacia del siero anti-Covid russo (che ridurrebbe i casi sintomatici del 96,1% e quelli gravi addirittura del 100%) si moltiplicano le “aperture” a livello internazionale per l’adozione del farmaco nelle campagne di copertura adottate da numerose nazioni. Se in ciò l’Argentina si è dimostrata avere la vista lunga, affidandosi allo Sputnik sin dal primo momento, adesso sempre più paesi si stanno

Continua a leggere “Bassetti: sbagliato non aver creduto prima nel vaccino russo, Sputnik V”

I 90 anni dell’Amerigo Vespucci, la nave che simboleggia l’Italia nel mondo

La nave scuola Amerigo Vespucci ha festeggiato in questi giorni i primi 90 di attività dal giorno del varo, il 22 febbraio 1931, presso gli stabilimenti nautici di Castellammare di Stabia. Nata come Regia nave scuola dell’allora Regno d’Italia con Re Vittorio Emanuele III, il Vespucci è da sempre uno dei simboli della Marina nel Paese, immagine inconfondibile

Continua a leggere “I 90 anni dell’Amerigo Vespucci, la nave che simboleggia l’Italia nel mondo”

Luca Attanasio, un modo diverso di fare l’ambasciatore. Il ruolo della diplomazia italiana

Nel grande gioco della geopolitica l’Italia ha il ruolo, secondario, che si addice a una media potenza. Ma la biografia di Luca Attanasio, il giovane ambasciatore ucciso in Congo, ci dice invece quanto sia prezioso e riconoscibile il contributo italiano nella partita globale per l’affermazione dei diritti umani. Negli ultimi decenni l’apporto della nostra diplomazia è

stato decisivo in una serie di campagne transnazionali su temi come la libertà di religione, la pace in Mozambico, la Corte penale internazionale, la moratoria sulla pena di morte, il divieto delle mutilazioni genitali femminili, la cancellazione del debito, la confisca dei beni criminali e i corridoi umanitari. Durante queste campagne c’è stata spesso un’intensa sinergia tra l’azione del governo italiano e le organizzazioni della società civile. Quelle con cui collaborava l’ambasciatore Attanasio erano diverse, di una – che si occupa dei bambini di strada – era presidente onorario. Diplomazia ibrida, la chiama lo studioso di relazioni internazionali Raffaele Marchetti, che le ha dedicato un libro. Nel variare dei governi, dei ministri e delle risorse, il

Continua a leggere “Luca Attanasio, un modo diverso di fare l’ambasciatore. Il ruolo della diplomazia italiana”

Draghi, l’alto commissario alla ricostruzione di quello che un tempo fu il Belpaese

Si pronuncia Draghi, ma molti, dentro e fuori il Palazzo, leggono o pensano Maghi. Al premier incaricato si attribuiscono virtù e capacità taumaturgiche tali da fare immaginare la rapida guarigione del Paese, la normalizzazione della vita politica, il rilancio economico, il

rinnovamento ecologico, il futuro radioso delle prossime generazioni, magari persino sgravate dall’enorme debito pubblico, accumulato in decenni e appesantito dalla distribuzione di aiuti per fare fronte alla pandemia.

Continua a leggere “Draghi, l’alto commissario alla ricostruzione di quello che un tempo fu il Belpaese”

La stampa estera asfalta Matteo Renzi. “Agisce solo per interessi personali, è irresponsabile”

In Italia a sostenerlo qualcuno lo ha trovato. Consapevole che, se si andasse a votare in caso di caduta del governo Conte, Italia Viva scomparirebbe dallo scenario politico nazionale.

Ma all’estero che visione hanno di Matteo Renzi e delle sue boutade? Un flop o meglio ancora un ciarlatano. Ecco, comunque, alcuni importanti giornali stranieri che hanno trattato in questi giorni dell’ex segretario dem. In primis si ipotizza che la mossa di Renzi sia spinta solamente dalla tutela di interessi personali. Il Financial Times qualche giorno fa commentava quanto sta succedendo in Italia senza utilizzare mezzi

Continua a leggere “La stampa estera asfalta Matteo Renzi. “Agisce solo per interessi personali, è irresponsabile””

La pandemia, la crisi economica, i luoghi comuni. E i giochi sadici dei qualunquisti

di Annalisa Martino

Non ho mai avuto simpatia per il qualunquismo. I qualunquisti, nell’esercizio delle loro “funzioni”, mi irritano. Quando mi imbatto nella fiera dei luoghi comuni che un

qualunquista, ancorché amico, mi propone, antepongo dei poderosi paletti ad alcuni argomenti, la trattazione dei quali mi creerebbe seri problemi di incrinatura della relazione d’amicizia. È passato il tempo in cui mi sentivo depositaria di verità inoppugnabili. Ed è passato anche il tempo in cui, grazie a questo patrimonio di verità, pensavo di poter cambiare il mondo. Oggi, per un maggiore disincanto e

Continua a leggere “La pandemia, la crisi economica, i luoghi comuni. E i giochi sadici dei qualunquisti”

Un disastro annunciato: il covid ha provocato un crack da 5 miliardi per le pizzerie

Con le vendite piu’ che dimezzate in Italia per una perdita di almeno 5 miliardi nel 2020, le pizzerie sono il settore della ristorazione piu’ colpito dall’emergenza Covid anche per il

consumo serale. E’ quanto emerge da una analisi della Coldiretti in occasione del terzo anniversario dell’iscrizione dell’ “Arte dei Pizzaiuoli napoletani” nella lista del patrimonio culturale immateriale dell’umanità dell’Unesco. “Un compleanno amaro segnato – sottolinea la Coldiretti – dall’emergenza coronavirus con piu’ della metà delle pizzerie italiane ancora chiuse per il servizio al tavolo

Continua a leggere “Un disastro annunciato: il covid ha provocato un crack da 5 miliardi per le pizzerie”

Avere la cittadinanza italiana è dura. Altro che “ius soli”, “ius culturae”, “ius sanguinis”

L’ultimo tentativo, andato in fumo, di riforma della legge per l’ottenimento della cittadinanza italiana risale al 2015, quando la Camera approvò ( 310 sì, 66 no e 83 astenuti)

la proposta di legge che introduceva anche in Italia uno ius soli temperato e uno ius culturae. Il testo, però, non passò mai per il voto del Senato, restando quindi lettera morta a fine legislatura, nel 2017. Da allora, nulla è cambiato per i figli degli stranieri regolarmente residenti nel nostro paese. Anzi, con le nuove disposizioni di legge, come i decreti sicurezza voluti dall’ex

Continua a leggere “Avere la cittadinanza italiana è dura. Altro che “ius soli”, “ius culturae”, “ius sanguinis””