Sanità. Bisogna rompere con il passato per uscire da questa situazione emergenziale

di Valerio Formisani

L’indispensabilità del SSN, universale ed egualitario, nei confronti della risposta alla COVID-19 su tutto il territorio nazionale e aggiungerei sulla sua maggiore indispensabilità, che tutti noi abbiamo per colpa dell’ondata emergenziale

che ci ha travolti, non solo nei nostri corpi. La spinta alla privatizzazione dei servizi, la dismissione della medicina di prevenzione, il ruolo subalterno dato alla medicina di base (e alla pediatria) e alla specialistica territoriale ed a tutta l’area della prevenzione a partire dalla chiusura e mortificazione dei Consultori Familiari, la chiusura e forte ridimensionamento di alcuni ospedali del territorio, hanno fatto da contrasto non solo alla nascita

Continua a leggere “Sanità. Bisogna rompere con il passato per uscire da questa situazione emergenziale”

C’e’ una grande Italia anche all’estero. Il ministro Provenzano ottimista

di Ramona De Santis

“La pandemia ha dimostrato che le istituzioni da sole non ce la fanno e hanno bisogno di costruire alleanze. In questo senso, tutte le associazioni degli italiani all’estero possono offrire un quadro prezioso al nostro Paese:

la Commissione potrebbe rappresentare una grande opportunità, punto di raccordo stabile tra Parlamento e governo per lavorare sulla coesione territoriale, che da punto di debolezza deve diventare

Continua a leggere “C’e’ una grande Italia anche all’estero. Il ministro Provenzano ottimista”

Quello che abbiamo imparato a vedere con il Coronavirus e che dovremmo continuare a vedere anche dopo

di Federica Roccisano

Dire che il Coronavirus ha modificato in maniera indelebile la vita di tutti noi, è ormai divenuta una banalità.

Tuttavia, è mia intenzione sottolineare come alcuni “fatti” importanti ed esistenti anche prima, sono divenuti visibili a tutti solo adesso.