La pandenia non risparmia l’editoria. Ma è stato garantito il diritto all’informazione

di Carlo Parisi

Come se non bastasse la crisi dell’editoria che prosegue da tanti, troppi anni senza soluzione di continuità, da un angolo all’altro del Paese, quest’anno ci siamo ritrovati a fare i conti con

un’emergenza globale che non ha certo risparmiato la nostra categoria. Chiamati a documentare puntualmente la pandemia da coronavirus in tv, alla radio, sulla carta stampata o le testate on line, i giornalisti, in prima linea a garantire un servizio essenziale, l’informazione, devono al contempo fare i conti con difficoltà crescenti – contratti inesistenti, non rinnovati, stipendi da fame – che mal si conciliano con il compito gravoso a cui sono chiamati. Garantire, lo ribadiamo, un diritto fondamentale per un Paese che possa e voglia definirsi democratico e liberale. Il diritto all’informazione, che assume un valore ancor più elevato, delicato e imprescindibile

Continua a leggere “La pandenia non risparmia l’editoria. Ma è stato garantito il diritto all’informazione”

Giornalisti aggrediti, un rosario lungo dal Trentino fino alla Sicilia. E tanti tacciono

di Maria Giovanna Bloise

Scorre senza sosta nella nostra Italia un rosario interminabile di intimidazioni , minacce, abusi, insulti e denigrazioni nei confronti dei giornalisti. Si allunga giorno dopo giorno la lista dei nomi e degli episodi ingiustificabili.

A Roma sono stati aggrediti il cronista dell’Espresso Federico Marconi ed il fotografo Paolo Marchetti nel gennaio 2019.

Continua a leggere “Giornalisti aggrediti, un rosario lungo dal Trentino fino alla Sicilia. E tanti tacciono”

Facebook censura e chiude le pagine di giornalisti italiani e starnieri: è spam

di Angelo Russomando

Le pagine, i post pubblicati anche sui profili dei giornalisti d’ora in poi verranno etichettati con ‘Fake News’ , ‘Spamming’ oppure censurati o bloccati del tutto. La censura alla libertà di stampa è da anni che su Facebook viene applicata, ma adesso ha passato il metro e la mala misura.

Continua a leggere “Facebook censura e chiude le pagine di giornalisti italiani e starnieri: è spam”

Ventisette violazioni contro i giornalisti commesse da Israele lo scorso maggio

di Rachele Manna

L’agenzia di stampa ufficiale palestinese WAFA ha dichiarato in un rapporto di aver documentato un totale di 27 violazioni commesse dalle forze di occupazione israeliane

contro giornalisti e istituzioni dei media che lavorano nei Territori palestinesi occupati, durante il mese di maggio.

Continua a leggere “Ventisette violazioni contro i giornalisti commesse da Israele lo scorso maggio”