Le “Frattocchie”, la scuola che forgiò i grandi dirigenti del Pci. Ma che discriminò le donne

di Nicoletta Toselli

Correva l’anno 1944. Era ancora in corso la guerra quando venne avviato un progetto per un sistema di scuole atte a formare la futura classe dirigente del Partito comunista. Tutto ebbe inizio per volontà di Gramsci nel 1919 a Torino,

quando nascono i corsi della cultura e della propaganda socialista. Sarà poi Togliatti a dare impulso al disegno educativo. Obiettivo: attraverso l’alfabetizzazione passare da una generazione a un’altra la fiaccola della civiltà, combattere l’arretratezza culturale e prefigurare così la lotta rivoluzionaria. Sarà proprio il PCI a tentare, negli anni seguenti, di rappresentare il più grosso punto di riferimento di tutte le forze antifasciste.

Continua a leggere “Le “Frattocchie”, la scuola che forgiò i grandi dirigenti del Pci. Ma che discriminò le donne”

Incomincia la scuola, come ogni anno. Sarà sempre uguale a sé stesso?

di Massimo Veltri

Per quante fotografie ci siano in giro, non poche, nessuna serve a darmi una se pur pallida idea di chi fossero stati nel tempo i miei compagni di banco.

Nessuno, non me ne ricordo nessuno, né se fossero gli insegnanti a scegliere e con quale criterio o noi in base a qualche alchimia casuale.

Continua a leggere “Incomincia la scuola, come ogni anno. Sarà sempre uguale a sé stesso?”