Elezioni in Calabria. De Magistris, Tansi e il paradosso del mancato accordo

Il matrimonio, dunque, non si può fare, nonostante il flirt culminato con l’incontro di qualche giorno fa a casa di Carlo Tansi. L’idea di Luigi De Magistris candidato alla

presidenza della Giunta regionale al posto dell’ex capo della Protezione Civile regionale, nell’ipotesi di un percorso comune, è stata bocciata dai convinti supporters di quest’ultimo. L’evento, ovviamente, non fermerà le ambizioni di entrambi, che oggettivamente non hanno i tratti del violinista di terza fila. Si tratta di personalità forti che non abbandoneranno il campo e che influenzeranno moltissimo le sorti delle consultazioni di aprile prossimo. Saranno però, se non accadranno

Continua a leggere “Elezioni in Calabria. De Magistris, Tansi e il paradosso del mancato accordo”

Caporetto per Salvini: perde pure in Toscana. E Zaia, in Veneto, lo umilia con la sua lista

di Astolfo Perrongelli

Il concetto più semplice e facile da comprendere lo ha espresso Selvaggia Lucarelli su Twitter: “In pratica Salvini è stato sconfitto pure dalla Lega”. Cosa significa ciò. Andiamo con ordine: mentre il cazzaro continua su Facebook

a parlare di vittoria (del centrodestra che governa 15 regioni su 20), in Veneto la lista dell’attuale e riconfermato presidente della Regione Zaia, ha avuto il triplo dei consensi di quelli della lista ufficiale della Lega, quella dove campeggiava la testa del capitone, tanto per capirci. Altra figuraccia, dunque. Addirittura, per la nuova sconfitta subita, c’è chi dice di avere visto nella redazione del Fatto Quotidiano, Andrea Scanzi cantare “O mia bela Madunina“.

Continua a leggere “Caporetto per Salvini: perde pure in Toscana. E Zaia, in Veneto, lo umilia con la sua lista”

Il grande dubbio amletico è: quanto consenso è ancora in grado di rastrellare il M5S?

di Paolo Pombeni

Con l’arrivo di settembre ricomincia la vita normale: basta guardare alla programmazione televisiva che riprende con le trasmissioni consuete. Così è anche per la politica, ma quest’anno tutto è più complicato del solito.

C’è l’incognita sull’andamento dell’epidemia che ha ripreso ad espandersi, quella sugli assetti dell’economia ma soprattutto quella dell’esito della tornata delle amministrative e del referendum costituzionale del 20-21 settembre.

Continua a leggere “Il grande dubbio amletico è: quanto consenso è ancora in grado di rastrellare il M5S?”

Elezioni regionali: dalla Valle D’Aosta alla Puglia, tutti i candidati e le liste

di Rosanna Capuano

Tra poco più un mese si torna al voto per le elezioni amministrative. Quelle su cui è maggiormente puntato l’obiettivo politico e che in qualche modo potrebbe avere riflessi sul governo sono le regionali.

In sette regioni, centro destra, grillini e Pd, tenteranno la conquista oppure di mantenere il territorio. Il più agguerrito appare Salvini dove ha presentato come candidata alla presidenza Susanna Ceccardi in Toscana, Comunque, ecco candidati e regioni:

Continua a leggere “Elezioni regionali: dalla Valle D’Aosta alla Puglia, tutti i candidati e le liste”