Cuba. Raul Castro si dimette da segretario del partito comunista. La fine di una epopea

Raul Castro ha comunicato la rinuncia all’incarico di primo segretario del partito comunista cubano.

Non si è trattato di un fulmine a ciel sereno ma di un accordo preparato da tempo e confermato nel corso dei lavori dell’ottavo congresso del partito.

Continua a leggere “Cuba. Raul Castro si dimette da segretario del partito comunista. La fine di una epopea”

Il bacio della morte di Fausto Bertinotti a Nicola Zingaretti

Nicola Zingaretti ha ragione ma anche, per dirla con Veltroni, torto. Ha ragione perché con le sue dimissioni isteriche ha smascherato i farisei che da settimane lo tenevano sulla graticola. Ha torto perché ha dimostrato di non avere idee,

quantunque  nella politica di questa epoca nessuno si regge in piedi da solo. Si vedono e si sentono in giro tante prefiche. Tanti appelli all’unità. Tante sirene, tanto di tutto e tanto di niente. L’assemblea nazionale del Pd, che potrebbe essere riparatrice o catartica, oppure una semplice perdita di tempo, si terrà il 13 e 14 marzo. Con quale l’esito? Molto dipenderà da cosa si sono detti Lorenzo Guerini e Dario Franceschini, le due anime cattoliche dei dem. Federica Fantozzi su Huffpost ha osservato: «Tra i primi a essere spiazzato dallo strappo di Nicola Zingaretti c’è il ministro della Cultura

Continua a leggere “Il bacio della morte di Fausto Bertinotti a Nicola Zingaretti”

Renzi ha dimissionato le ministre e Scalfarotto dal governo. Ora è crisi, i possibili scenari

Dopo settimane di scontro con il premier Conte, Matteo Renzi, irrazionalmente e poi insultato da decina di migliaia di follower sui suoi account social, ha annunciato le dimissioni della delegazione di Italia viva dal governo.

Continua a leggere “Renzi ha dimissionato le ministre e Scalfarotto dal governo. Ora è crisi, i possibili scenari”

Crisi di governo, incarico di nuovo a Conte o italiani al voto? M5S: “Situazione scellerata”

Giuseppe Conte al Quirinale per dimettersi, aprendo una delicata crisi di governo. Comunicherà prima al Consiglio dei Ministri la sua decisione di lasciare il governo, poi al Colle per la formalizzazione.

Da quel momento in poi diverse soluzioni entreranno negli scenari che dovrà valutare il Capo dello Stato, che sicuramente avvierà consultazioni lampo con tutte le forze politiche, dal

Continua a leggere “Crisi di governo, incarico di nuovo a Conte o italiani al voto? M5S: “Situazione scellerata””

Caporetto per Salvini: perde pure in Toscana. E Zaia, in Veneto, lo umilia con la sua lista

di Astolfo Perrongelli

Il concetto più semplice e facile da comprendere lo ha espresso Selvaggia Lucarelli su Twitter: “In pratica Salvini è stato sconfitto pure dalla Lega”. Cosa significa ciò. Andiamo con ordine: mentre il cazzaro continua su Facebook

a parlare di vittoria (del centrodestra che governa 15 regioni su 20), in Veneto la lista dell’attuale e riconfermato presidente della Regione Zaia, ha avuto il triplo dei consensi di quelli della lista ufficiale della Lega, quella dove campeggiava la testa del capitone, tanto per capirci. Altra figuraccia, dunque. Addirittura, per la nuova sconfitta subita, c’è chi dice di avere visto nella redazione del Fatto Quotidiano, Andrea Scanzi cantare “O mia bela Madunina“.

Continua a leggere “Caporetto per Salvini: perde pure in Toscana. E Zaia, in Veneto, lo umilia con la sua lista”