Abbiamo bisogno di una grande leadership. Troppo potere ai presidenti di regione

di Paolo Pombeni

Quel che la pandemia sta mettendo in mostra è la debolezza della attuale classe dirigente politica nazionale in termini di capacità di leadership. Ci si lamenta dell’eccessivo peso che hanno guadagnato i presidenti di regione,

ma al vertice di alcune regioni ci sono persone che hanno mostrato capacità di leadership notevoli. Non c’è un politico nazionale paragonabile con la determinazione con cui Kompatscher si sta confrontando con i problemi della sua provincia autonoma, nonostante i non pochi problemi che pone un lockdown deciso in una zona che dipende molto dal turismo invernale.

Continua a leggere “Abbiamo bisogno di una grande leadership. Troppo potere ai presidenti di regione”

Il grande dubbio amletico è: quanto consenso è ancora in grado di rastrellare il M5S?

di Paolo Pombeni

Con l’arrivo di settembre ricomincia la vita normale: basta guardare alla programmazione televisiva che riprende con le trasmissioni consuete. Così è anche per la politica, ma quest’anno tutto è più complicato del solito.

C’è l’incognita sull’andamento dell’epidemia che ha ripreso ad espandersi, quella sugli assetti dell’economia ma soprattutto quella dell’esito della tornata delle amministrative e del referendum costituzionale del 20-21 settembre.

Continua a leggere “Il grande dubbio amletico è: quanto consenso è ancora in grado di rastrellare il M5S?”

L’Italia deve prendere subito il Mes. Il “Recovery fund” resta una soluzione per il 2021

di Lorenzo Robustelli

“L’Italia vuole che il Recovery fund europeo sia di 750 miliardi, 500 dei quali a fondo perduto? L’Italia vuole che questo programma parta al più presto? L’Italia vuole davvero far fronte alle difficoltà in cui versano

i suoi imprenditori e i suoi lavoratori? Allo si prenda questi 36 miliardi del MES, in questo momento sono la miglior tattica negoziale

Continua a leggere “L’Italia deve prendere subito il Mes. Il “Recovery fund” resta una soluzione per il 2021″

Le eccezioni e la regola: ecco alcune considerazioni sullo stato di emergenza

di Paolo Pombeni

Ormai negli ultimi anni dell’attuale fase politica abbiamo esaurito tutti gli aggettivi che descrivono i dibattiti in corso: lunari, stellari, senza capo ne coda, improvvisati e via elencando.

Vale ovviamente anche per la questione della proroga dello stato di emergenza improvvidamente buttata lì dal premier Conte e poi subito ridimensionata, pasticciata e quant’altro (ma nessuno gli ha insegnato l’opportunità di pensare prima di aprire bocca?).

Continua a leggere “Le eccezioni e la regola: ecco alcune considerazioni sullo stato di emergenza”

Settembre mese di fuoco per il governo. Conte sarà capace di spegnere le fiamme?

di Paolo Pombeni

Conte afferma che alla fine sarebbe felice di tornare a fare il suo mestiere: se lo dice per scaramanzia o perché non ne può più di tutte le tensioni continue non sapremmo stabilirlo.

Certamente lui e il suo governo, a dispetto dei sondaggi che gli assegnano una popolarità altissima, non attraversano un buon momento. Gli Stati Generali sono andati così così: non male, ma neppure bene.

Continua a leggere “Settembre mese di fuoco per il governo. Conte sarà capace di spegnere le fiamme?”

Stati generali a Villa Pamphili, ancora una volta evitato il Parlamento

di Astolfo Perrongelli

Sì, d’accordo: convochiamo gli Stati generali dell’economia. Ma questi incontri a Villa Doria Pamphili tra ministri, e parti sociale (l’opposizione non parteciperà) è una misura di distanziamento sociale per il Covid 19.

Oppure una ennesima passerella con la Ursula von der Leyen protagonista per un giorno?

Continua a leggere “Stati generali a Villa Pamphili, ancora una volta evitato il Parlamento”