Quando l’insicurezza diventa patologica! E ogni certezza è messa in discussione

In alcune circostanze di vita, in sincronia con eventi importanti, come ad esempio il cambio di lavoro o di città, la perdita di persone care, la fine di una relazione sentimentale o, al contrario, il matrimonio, la sensazione di insicurezza mette in discussione le certezze di tutta la nostra esistenza.

In questo caso, l’insicurezza vissutacon una sensazione di smarrimento che fa dubitare di quello che si fa e che si pensa e fa temere di prendere decisioni sbagliate, è una condizione emotiva di cui tutte le persone normalmente fanno esperienza. In tal caso, l’insicurezza di per sé non è dannosa e può diventare funzionale per farci compiere la scelta più giusta diventando, così, utile alla persona. E quando, al contrario, non è legata ad una specifica situazione di vita, interessa più ambiti e persiste nel tempo? Quando si fa sentire anche rispetto a comuni decisioni e condiziona quasi tutte le attività quotidiane?

Continua a leggere “Quando l’insicurezza diventa patologica! E ogni certezza è messa in discussione”

I social network modificano il nostro cervello, le nostre abitudini e la nostra personalità

Oggigiorno Facebook, Instagram e gli altri social network hanno cambiato il nostro modo di comunicare, le nostre abitudini, il nostro modo di pensare. Vi sembra eccessiva questa considerazione? State pensando che voi forse non ne siete rimasti così contaminati?

Portate l’attenzione a quanti minuti, o, per meglio dire, ore, trascorrete (e trascorriamo) a scorrere i post e le foto dei nostri contatti. Questo vale per chi in modo più passivo si pone come osservatore, o curioso delle vite altrui. A chi non è mai capitato di venire a sapere che il tal amico si è sposato, la tal amica ha avuto un figlio, o di sapere che il nostro contatto non è il quel periodo in città perché lo ha “visto su Facebook”?

Continua a leggere “I social network modificano il nostro cervello, le nostre abitudini e la nostra personalità”