La “Natura umana dell’Arte”. Ossia, quando il pensiero diventa qualcosa di materiale

di Fabrizio Bonacci

Siamo umani. Su ciò, probabilmente, nessuno sembra avere dei dubbi. Ma che cos’è che fa di un umano, un umano? Che cos’è che davvero ci rende umani? Certamente, sono moltissimi gli aspetti che contribuirebbero ad una risposta plausibile a tali domande.

Tuttavia, sarebbe possibile concentrare per un attimo la nostra attenzione su almeno uno di questi aspetti, in modo da identificare e approfondire la possibilità di una risposta quantomeno interessante in merito? Bene, procediamo dunque in tale direzione e chiediamoci: ‘che cos’è che contribuisce, in un senso molto profondo, a rendere noi umani ciò che siamo, anche proprio come specie? Beh, intuitivamente, saremmo un po’ tutti tentati di dire: ‘l’arte, sicuramente!’. Molto bene. E che cos’è l’arte?

Continua a leggere “La “Natura umana dell’Arte”. Ossia, quando il pensiero diventa qualcosa di materiale”

“We are all Beirut”. Arte e cooperazione in un’asta organizzata da Christie’s

di Mariangela Maritato

In piena pandemia da Sars_Cov2 due esplosioni equivalenti a un terremoto di magnitudo 4.5 scala Richter, secondo quanto riportato dall’Osservatorio sismologico della Giordania hanno duramente colpito la capitale del Libano.

La prima, al porto, in un deposito contenente 2750 tonnellate di nitrato di ammonio che ha fatto da detonatore anche per la successiva.  Una potenza totale equivalente a quella delle bombe Gbu 43 Moab e l’atomica Little Boy su Hiroshima . Il 4 agosto a Beirut, dove sono operative le truppe di peacekeeping Unifil ed i nostri militari italiani, sono morte circa 200 persone, più di 4 mila sono rimaste ferite ed insieme a ben tre ospedali è andato distrutto

Continua a leggere ““We are all Beirut”. Arte e cooperazione in un’asta organizzata da Christie’s”

Il Mu.Sa.Ba. di Nik Spatari, un giacimento culturale da non disperdere

di Letterio Licordari

A distanza di qualche settimana dalla scomparsa di Nik Spatari è dovere delle istituzioni e di tutti i calabresi sensibili all’arte mantenere attivo e promuovere la sua creatura, il parco Mu.Sa.Ba., nel quale l’artista,

L’artista scomparso recentemente, Nik Spatari

sicuramente una delle più autorevoli figure del ‘900 italiano (e non solo), ha profuso ogni energia. Il progetto del museo-laboratorio di arte contemporanea avviato negli anni sessanta con la compagna Hiske Maas, una collezionista russa conosciuta a Parigi, è da decenni una splendida realtà che attrae a Mammola, poco distante dall’altipiano della Limina, sull’Aspromonte, un considerevole numero di visitatori.

Continua a leggere “Il Mu.Sa.Ba. di Nik Spatari, un giacimento culturale da non disperdere”

“Belvedere dei sensi”: una serata d’eccellenze per legare arte, bellezza e bisogni sociali

di Nicoletta Toselli

 “Belvedere dei sensi “, questo il titolo dello spettacolo che si è svolto nei giorni scorsi a San Nicola Arcella in una location mozzafiato.

Tutto nasce da un’idea di Paolo Tommasini, artista scultore che non ha mai considerato l’arte come fine a se stessa e ha sempre ispirato con le sue opere ad allargare i propri orizzonti verso un superamento del confine fra pensiero e infinito, legare il ruolo dell’arte anche ai bisogni sociali.

Continua a leggere ““Belvedere dei sensi”: una serata d’eccellenze per legare arte, bellezza e bisogni sociali”

Napoli tra arte e cultura. La leggenda del Cristo Velato di Sanmartino

di Andreina Bisich

L’immagine del “Cristo Velato” è stata scelta, alcuni anni fa, per l’esattezza nel 2008, quale “icona” per il rilancio dell’immagine di Napoli città d’arte. Il Maestro Riccardo Muti ha anch’egli utilizzato

l’immagine dell’opera di Giuseppe Sanmartino, scultore napoletano vissuto tra il 1720 e il 1793, realizzata – secondo i documenti e i riferimenti storici –

Continua a leggere “Napoli tra arte e cultura. La leggenda del Cristo Velato di Sanmartino”