Svolta nella somministrazione dei vaccini in Ontario. A partire dal 24 maggio, tutte le persone di età superiore ai 18 anni potranno prenotare un appuntamento per farsi immunizzare contro il Covid-19 attraverso il portale della provincia. Ad annunciarlo durante una conferenza è stata la ministra della Salute, Christine Elliott. Una notizia tanto attesa quanto inaspettata in questo momento.

“A partire dalla prossima settimana, gli abitanti dell’Ontario inizieranno a ricevere una fornitura maggiore di vaccini dal governo federale. Questa è una notizia entusiasmante. La via d’uscita dalla pandemia sono i vaccini e la luce alla fine del tunnel diventa ogni giorno più viva – ha detto la ministra – ma fino a quando la maggior parte degli abitanti dell’Ontario non avrà ricevuto entrambe le dosi del vaccino, dobbiamo continuare a seguire le misure di salute pubblica che, come sappiamo, funzionano”.

I lavoratori essenziali sono stati divisi in due gruppi. Il primo gruppo, che comprende tutti gli insegnanti e i lavoratori dell’istruzione, i lavoratori agricoli, i primi soccorritori, gli ispettori governativi del lavoro e degli edifici, i lavoratori dei centri di produzione e distribuzione alimentare, potranno prenotare appuntamenti già a partire dalla prossima settimana. Il 10 maggio sarà invece il turno di una seconda tranche di lavoratori essenziali, inclusi camionisti, lavoratori del settore elettrico, addetti alla vendita al dettaglio e alla produzione, dipendenti di ristoranti, dipendenti del sistema giudiziario, assistenti sociali e operatori sanitari.

La rivoluzione nella campagna vaccinale è giunta grazie a un cospicuo aumento della fornitura di vaccini nelle prossime settimane, che consentirà di trasferire – a maggio – il 50% di tutte le dosi in arrivo nei quartieri maggiormente colpiti dal virus.

Dalla fine di maggio a giugno, in particolare, giungeranno in Ontario mezzo milione di dosi Pfizer-BioNTech. La provincia afferma che riceverà quasi 800.000 dosi del vaccino Pfizer-BioNTech per ogni settimana di maggio, che aumenteranno a 940.000 a settimana a giugno. Ed un’altra spedizione di 388.000 dosi del vaccino Moderna giungerà il 10 maggio. Senza contare le dosi di vaccino Johnson & Johnson, di cui sono arrivate in Canada 300mila dosi, 116mila delle quali saranno, con tutta probabilità, destinate all’Ontario.

La priorità diventa quindi velocizzare la somministrazione: il notevole aumento delle forniture di vaccini significa che l’obiettivo originale della provincia di inoculare almeno una dose al 75% degli adulti entro il 21 giugno è “realizzabile e possibilmente anche superabile”.

Allo scopo di somministrare un altro milione di dosi ai residenti e ai lavoratori negli hot spot, la metà delle dosi ricevute dalla provincia tra il 3 e il 17 maggio verrà inviata a 114 quartieri maggiormente a rischio indicati dai codici postali.

Intanto 16 farmacie della provincia inizieranno a somministrare dosi di Pfizer a individui di età pari o superiore a 55 anni: otto delle farmacie si trovano nella Peel Region e otto a Toronto. Ogni farmacia riceverà circa 150 dosi a settimana durante le tre settimane pilota.