C’era chi pensava che fosse tutto finito. Che Conte se ne sarebbe tornato nella sua Puglia. Insomma, che l’avrebbe spuntata il rottamato Renzi. Invece, ecco la notizia. O meglio la conferma:

si chiama ‘Europeisti Maie-Centro Democratico’ il gruppo al Senato dei ‘responsabili’ per sostenere il governo Conte ter. E’ stata raggiunta, dunque, la decima firma. Poi è la volta di quello della Camera. I ‘papabili’ componenti della nuova formazione centrista si sono riuniti in un ‘luogo neutro’, non a palazzo Madama, Nella gestazione del gruppo si è parlato di ‘tre sorprese’, ovvero di tre nomi considerati ‘insospettabili’. La nascita delle nuove formazioni

consentirebbe un riequilibrio dei numeri nelle commissioni per la maggioranza. La cosiddetta “quarta gamba” che andrebbe ad aggiungere a Pd, M5s e Leu era stata preannunciata da De Falco, senatore ex M5s che insieme a Bruno Tabacci alla Camera ha lavorato in questi giorni all’operazione. A invocare una prospettiva europeista è stato lo stesso Giuseppe Conte, nel messaggio pubblicato su Facebook: “Le mie dimissioni sono al servizio di questa possibilità: la formazione di un nuovo governo che offra una prospettiva di salvezza nazionale. Serve un’alleanza, nelle forme in cui si potrà diversamente realizzare, di chiara lealtà europeista, in grado di attuare le decisioni che premono”. Intanto, è stato fissato il calendario delle consultazioni dei prossimi giorni che culmineranno con la nascita del nuovo governo. Chissà, appresa la notizia, come rosicheranno i due Matteo, i Bolsonaro de nojantri. Quindi, altro che”arrocco” il presidente dimissionario sembra per fare un grande “scacco matto” al povero, calimero Renzi.

Astolfo Perrongelli