Canada. Risarcimenti in caso di reazioni al vaccino anticovid della Pfizer-BioNtech

Chi in Canada si vaccinerà contro il coronavirus e avrà reazioni gravi potrà chiedere un risarcimento: lo ha affermato il governo federale. L’annuncio della ministra della Sanità Patty Hajdu giunge alla vigilia della campagna di

vaccinazione anti-Covid, che dovrebbe iniziare la prossima settimana con il vaccino della Pfizer-BioNtech. Health Canada, l’istituto di Sanità canadese che approva i vaccini, ha ricordato che il via libera arriva solo dopo uno scrupoloso esame dei dati scientifici e della certezza che i benefici siano superiori ai rischi. “I canadesi possono fidarsi della procedura di approvazione. Comunque, nel raro caso di una reazione avversa, questo programma garantirà loro il sostegno di cui hanno bisogno”, ha detto Hajdu, precisando che la copertura riguarda tutti i tipi di vaccino, incluso quello contro il coronavirus. Secondo gli infettivologi, lievi sintomi come febbre e dolori sono il segnale che il sistema immunitario si sta attivando per produrre l’immunità al virus. Per il governo federale le possibilità che qualcuno abbia gravi reazioni al vaccino sono al contrario “molto rare, meno di una su un milione”. (