Us, l’appello di Biden: “Prima avremo la transizione, prima arriverà il vaccino”

Non c’è nulla di macho nel rifiutarsi di portare la mascherina”.

Lo ha detto il presidente americano eletto, Joe Biden esprimendo la sua esasperazione verso i leader eletti che non rispettano le indicazioni degli scienziati per evitare contagi. “Ma qual è il problema con questa gente?Resistere?”, si è chiesto. Biden ha invece lodato i diversi governatori repubblicani che hanno emanato direttive contro il contagio in Utah, Ohio e Nord Dakota, citando anche la governatrice democratica del Michigan, Gretchen Whitmer. Biden ha poi evidenziato di trovare imbarazzante per il paese il rifiuto di Donald Trump di concedere la vittoria, ma ha assicurato che ciò non ridurrà la sua capacità. “Lo trovo più imbarazzante per il paese che debilitante per la mia capacità di far partire la mia presidenza”, ha detto. “Più gente morirà di Covid-19 se non ci coordineremo” ha aggiunto, aggiungendo che “se dobbiamo aspettare il 20 gennaio, rimarremo indietro di un mese e mezzo”. Il Congresso deve “unirsi e passare un pacchetto di aiuti per il coronavirus”. Infine, capitolo vaccino: “Le notizie che giungono dalle case farmaceutiche riguardo ai vaccini anti-covid fanno sperare, ma mancano ancora “mesi” prima che il virus possa essere sconfitto. “La notizia di un secondo vaccino è un ulteriore motivo per sperare” twitta ma, aggiunge, “ciò che era vero col primo vaccino rimane vero col secondo: mancano ancora mesi. Fino ad allora, gli americani devono continuare a praticare il distanziamento sociale e indossare le mascherine per tenere il virus sotto controllo”. Biden si congratula poi, in un secondo tweet, con i ricercatori che hanno prodotto questa “svolta e e ci hanno portato più vicini a sconfiggere il virus”.