Caporetto per Salvini: perde pure in Toscana. E Zaia, in Veneto, lo umilia con la sua lista

di Astolfo Perrongelli

Il concetto più semplice e facile da comprendere lo ha espresso Selvaggia Lucarelli su Twitter: “In pratica Salvini è stato sconfitto pure dalla Lega”. Cosa significa ciò. Andiamo con ordine: mentre il cazzaro continua su Facebook

a parlare di vittoria (del centrodestra che governa 15 regioni su 20), in Veneto la lista dell’attuale e riconfermato presidente della Regione Zaia, ha avuto il triplo dei consensi di quelli della lista ufficiale della Lega, quella dove campeggiava la testa del capitone, tanto per capirci. Altra figuraccia, dunque. Addirittura, per la nuova sconfitta subita, c’è chi dice di avere visto nella redazione del Fatto Quotidiano, Andrea Scanzi cantare “O mia bela Madunina“.

Sarà. Di certo, la sconfitta in Toscana di Susanna Ceccardi e quanto accaduto in Veneto rappresentano un freno importante alla carriera dell’attuale leader del Carroccio. Attuale leader fino a quanto non si incazzeranno seriamente Giorgetti e il resuscitato Calderoli, per le continue boutade dell’ex capitano, ora degradato a semplice mozzo. Ma cosa non ha convinto gli oltre 4 milioni di follower a non dare ascolto al Vangelo secondo Matteo il “cazzaro”? Semplice: le continue fake news che ha detto in passato e durante la campagna elettorale, l’incapacità di affrontare un confronto senza essere ripetitivo e mai propositivo. Poi l’intestardirsi su vicende, vedi l’assalto mediatico alla povera Azzolina sulla scuola. E da non scordare, la figuraccia fatta a Porta a Porta dove aveva affermato che le università erano chiuse mentre, lo stesso Vespa lo ha ripreso ricordandogli che ha detto una cazzata in quanto, non solo le università sono aperte ma sono aumentate le iscrizioni. Allora, un suggerimento al caro cazzaro: hai perso sia in Emilia Romagna che in Toscana. Perchè, tu e la tua bella morosa non provi a trascorrere un periodo di riflessione in un centro di migranti a Lampedusa e guardare con i tuoi occhi da cinghiale, come si sacrificano il personale medico e paramedico, nonchè i volontari, così eviteresti di pubblicare video di sbarchi che incitano all’odio. PS: Salvini, comunque, ha dimostrato ancora una volta quanto sia pecorone il popolo calabrese. Infatti, a Reggio Calabria ci sarà il ballottaggio tra l’attuale sindaco e il candidato leghista. Non è questo un segno dei tempi. Ma è come l’incoscienza e la stupidità dei calabri sia infinita.