Ruba una bici, ma il proprietario lo vede e lo identifica grazie alla maglietta della Juve

di Sante Bonaventura

La fede calcistica può portare spesso sia gioie che dolori ai tifosi che seguono appassionati le partite, ma raramente la fedeltà alla propria squadra del cuore porta al riconoscimento per furto e ad una denuncia.

Un pensionato di Fabbrico, Reggio Emilia, si trovava nel tardo pomeriggio di martedì 25 agosto presso un bar di Via Roma quando all’uscita si è accorto che era in corso il furto della propria bicicletta.

Avvistando da lontano uno sconosciuto che si allontanava in sella alla sua bici, la vittima del furto è riuscito a scorgere un dettaglio importante che si è rivelato vitale per il riconoscimento del furfante: l’uomo indossava una maglia numero 8 della Juventus. Il 68enne ha quindi chiamato i carabinieri per denunciare il furto della bici ed ha descritto in dettaglio l’abbigliamento del ladro, inclusa la maglietta bianconera riportante il nome del centrocampista gallese Aaron Ramsey, ed inoltre ha indicato la direzione nella quale lo aveva visto allontanarsi.

I carabinieri sopraggiunti sul luogo del furto si sono subito messi alla ricerca del furfante nelle zone circostanti, rintracciandolo in breve tempo ancora in sella alla bicicletta rubata nella vicina via Berzella. Fondamentale per il rapido riconoscimento dell’uomo è stata la maglia della Juventus, che è valsa una denuncia al disonesto tifoso.

L’uomo, è stato infatti immediatamente fermato dai carabinieri, riconosciuto dal pensionato come l’autore del furto e portato in caserma dai militari. Dopo le procedure di identificazione è arrivata la denuncia a piede libero per furto per il tifoso juventino.
La bicicletta è stata restituita al legittimo proprietario
, che probabilmente d’ora in poi non riuscirà a vedere una partita della Juventus senza pensare all’uomo che ha tentato di rubargli la bici.