Bonus vacanze, in 5 regioni boom di richieste. Prima la Campania, quinta la Calabria

Il bonus vacanze, non è altro che un contributo fino a 500 euro, messo a disposizione per l’acquisto di soggiorni in alberghi, campeggi, villaggi turistici, agriturismi e bed & breakfast in Italia.

Tra le regioni che più hanno sfruttato tale bonus troviamo: Emilia Romagna, Puglia, Toscana, Campania e CalabriaLa Campania, infatti, si è posizionata al quarto posto per numero di strutture aderenti (5%) e per la ripartizione della spesa (6%), secondo i dati riportati dal MiBACT.

A spuntarla su tutte, è la città di Napoli, la quale ha avuto il boom di utilizzo del bonus vacanze. Gli operatori turistici del capoluogo, pari a 279, hanno incassato 1.807.879 euro, accogliendo 8.246 turisti con bonus.

A seguire Napoli è la città di Salerno, con 175 operatori turistici aderenti, i quali hanno incassato 1.757.104 euro, accogliendo 3.732 turisti con bonus.

Contenuti, invece, i dati per le altre 3 province: Avellino ha incassato 28.908 euro, Benevento 16.801 euro e Caserta 158.795, euro.

Un bello schiaffo morale per la città di Napoli, dopo la recente polemica generata dal quotidiano QuiFinanza, il quale aveva palesemente utilizzato il nome e l’immagine del capoluogo per mettere in evidenza presunte truffe con la foto della città di Napoli.

Soddisfatto dei risultati raggiunti è il Ministro Dario Franceschini che, in un comunicato, si esprime così:

Superato il milione di bonus vacanze erogati e continuano ad aumentare le strutture ricettive che aderiscono a questa importante iniziativa che supporta il turismo e la spesa delle famiglie a reddito medio basso”.

Al momento, infatti, sarebbero oltre 140mila le famiglie che hanno già speso i bonus in circa 10mila strutture, immettendo così nel settore turistico oltre 60 milioni di euro.

Il bonus, che può essere richiesto e speso dal 1° luglio al 31 dicembre 2020, potrà essere ancora utilizzato dalle famiglie indecise su dove trascorrere le vacanze, anche in funzione della presenza sui territori di strutture che aderiscono all’iniziativa.