Nubifragio a Palermo: Roy Paci e i social asfaltano Salvini per le accuse a Orlando

di Astolfo Perrongelli

Non si ferma neppure davanti alle disgrazie. Alle tragedie improvvise. Il suo unico scopo della vita è quello di fare sciacallaggio, di speculare anche sui morti e di non avere mai collegato quel poco di cervello che gli resta con la bocca.

Il soggetto in questione è il cazzaro leghista, Matteo Salvini che, nel commentare il nubifragio di Palermo dove hanno perso la vita due persone, ha scritto su Twitter:

“A furia di pensare solo agli immigrati, il sindaco Orlando dimentica i cittadini di #Palermo: basta un temporale e la città finisce sott’acqua”. Tra le migliaia di repliche ricevute, richieste di cambiare vita e lasciare la politica e l’Italia c’è stata quella del cantante siciliano Roy Paci. Che ha così scritto: “Ho sempre ritenuto superfluo commentare qualsiasi suo post ma di fronte alla morte di due miei concittadini per questa immane tragedia le dico semplicemente una cosa: lei è un turpe e miserabile sciacallo. Spero che le nostre lacrime diventino per lei gocce della tortura cinese”.

Ma oltre a Roy Paci è stata una marea di insulti contro l’ex ministro dell’inferno: vucciria79: “Sono palermitano e la prego di non farsi paladino degli interessi della mia terra, che ha prima insultato e vilipeso e successivamente ignorato”. 

Massimiliano ha invece twittato: “Beh giustamente come di regola è sempre colpa degli immigrati, adesso che le paure degli italiani sono rivolte alla pandemia, tu ogni calamità che succede, devi mettere in mezzo gli immigrati anche per una bomba d’acqua improvvisa, per te uno sport contro di loro, razzista”. Ancora, stavolta il commento di Laura: “E’inutile che lei faccia dell’inutile sciacallaggio su questa cosa per raccattare voti, i cittadini palermitani per bene ricordano benissimo le schifezze che lei diceva contro i meridionali fino a non molto tempo fa e non la voteranno”.  E per concludere con Twitter ecco Matteo: “Mai visto un sciacallo più vomitevole, vergognoso, bieco, piccolo, insulso, senza scrupoli come te e la tua macchina del fango di morisi&co”. Ora è il turno di Facebook, dove sulla pagina del cazzaro, se si scrive Russiagate o 49 milioni, si è bloccati. Anche sul social di Zuck valanghe di insulti: Davide  “Non pioveva così tanto e in così poco tempo dal  1797. Una quantità di pioggia non prevista neanche dai  meteorologi. Dovresti vergognarvi! Tu e la tua macchina di odio”. Altro post: Giuseppe : “Non sono mai intervenuto su questa pagina ma mi è stato segnalato questo suo post. È molto triste constatare che ha scritto veramente questo post. Ritengo che sia un post di cui provare semplicemente vergogna”. Ivana: “La smetta di fare sciacallaggio e campagna elettorale ogni tre per due!!!  Io e la mia famiglia abitiamo vicino al luogo in cui sono morte due persone. Siamo rimasti a casa per puro caso, visto che oggi a Palermo è festa. Le polemiche politiche in questo momento sono quantomeno poco opportune”. Davide: “Non ci sono parole x esprimere quanto schifo faccia questo intervento…hai perso un’altra occasione x stare zitto”. Infine Instagram. Tra i tanti ha pubblicato un post alquanto duro, Luca “Salvini tutto chiacchere sei, adesso ho capito i leghisti perché hanno il quoziente intellettivo di una pigna. Viva i comunisti”. Maria addirittura ha preferito il maiuscolo per farsi capire meglio: “MA CHE COSA C’ENTRA IL SINDACO E GLI EMIGRATI. SE PIOVE PIU DEL DOVUTO ?? OHHH MA TU TI ATTACCHI PROPRIO A TUTTO PER AVERE VOTI. ..ALLORA DICIAMO CHE È COLPA TUA SE CI SARANNO LE VALANGHE”. Altro commento: “Ma quando un asteroide colpirà la terra, il tuo ultimo post sarà rivolto contro gli immigrati? Chiedo per un circo che cercano pagliacci” autore  è un tale Capitan. Infine Johnny “Ma perché devi strumentalizzare anche tragedie come queste mettendo in mezzo gli immigrati testa di minchia”. Stop con il cazzaro, con l’intervento del deputato Erasmo Palazzotto: “Una bomba d’acqua imprevedibile. Nessun allarme lanciato dalla Regione siciliana. Danni per migliaia di euro. Due i morti, soprattutto. Una tragedia che colpisce Palermo e la sua comunità. E Salvini che fa? Anche a questo giro riesce a mettere in mezzo i migranti. Sciacallo”.

Infine sul tragico evento, il sindaco di Palermo. Leoluca Orlando ha dichiarato: “La pioggia più violenta nella storia della città almeno dal 1790, pari a quella che cade in un anno. Una pioggia che nessuno, nemmeno i meteorologi che curano le previsioni nazionali, avevano previsto, tanto che nessuna allerta di Protezione civile era stato emanata per la nostra città”. Breve riflessione: comunque sia, Salvini o non Salvini, l’Italia dimostra di avere una dignità. La perde quando manda in Parlamento esponenti come Salvini. Ossia sciacalli.